Apple, Obsolescenza Programmata: iPhone e iPad durano in media 4 anni | Lezioni(di)Mela Blog

Lezioni(di)Mela

La tua Scuola di Mac e iPhone via Internet

Apple, Obsolescenza Programmata: iPhone e iPad durano in media 4 anni

apple-obsolscenza-programmata

Quanto dura un prodotto Apple? Ogni quanti anni gli utenti sostituiscono un iPhone o un iPad? Un noto analista ha condotto un'indagine sull'argomento, e i risultati sono scioccanti: in media, li sostituiamo dopo appena quattro anni.

L'obsolescenza programmata è la strategia dell'industria volta a limitare in modo artificioso il ciclo vitale di un prodotto; l'idea è che se lo si fa diventare vecchio prima, poi gli utenti saranno costretti a comprarne uno nuovo prima del tempo. Il che, ovviamente, gonfierebbe bilanci e portafogli del produttore.

Nel mondo high-tech è da anni che si parla di questa tendenza, ma ad oggi nessuno è mai riuscito a dimostrare -almeno dal punto di vista della rilevanza penale- una condotta di questo tipo. Anzi, rispetto ai competitor, Apple sembra impegnarsi molto per portare sempre le ultime versione di iOS e maOS sui dispositivi e computer più datati. Ma ci domandiamo: nonostante questi sforzi, quanto dura effettivamente un gingillo iOS? E soprattutto, dopo quanto tempo si sente l'esigenza di sostituirlo?

La risposta arriva da Asymco, una nota società di analisi francese, le cui conclusioni appaiono preoccupanti. Nel loro ultimo studio sulla "Durata di vita media dei prodotti Apple" si formula una cifra esatta: in media, cambiamo iPhone e iPad ogni 4 anni e tre mesi.

Il numero è stato calcolato partendo dal "numero di dispositivi cumulativi" venduti all'inizio del ciclo di prodotto, e l'attuale numero di "dispositivi cumulativi in pensione," in un periodo di osservazione che val dal periodo aprile-giugno 2013 alla fine del 2017.

Purtroppo, butta tutto nello stesso calderone, e non fa distinzione per esempio tra tablet e smartphone, o tra versioni "S" di iPhone e aggiornamenti più sostanziosi. In generale, è noto che un iPad duri molto più di un iPhone, e questa è la ragione per cui negli ultimi anni si registra una certa stagnazione nelle vendite dei tablet. Dunque, è probabile che la durata media di un iPhone sia perfino inferiore ai 4 anni e tre mesi dell'analisi.

Ma forse basta guardare ai modelli lanciati nel 2014, per capire che la fotografia scattata dagli analisti è parecchio aderente alla realtà; di questi tempi, quattro anni fa, il miglior telefono di Cupertino era iPhone 6, un telefono che forse può ancora dare qualche piccola soddisfazione ma che ormai è prossimo al capolinea. Non molto tempo fa ci domandavamo se avesse senso nel 2018 acquistare un iPhone 6, e anche la risposta che ci siamo dati collima perfettamente con le statistiche di Asymco: meglio puntare su qualcosa di più recente. Gli smartphone del 2014 oramai forniscono un'esperienza utente al di sotto della sufficienza piena.

E voi che ne pensate? Ogni quanto sostituite telefono e tablet? Diteci la vostra nei commenti, sulla nostra pagina Facebook o su Twitter.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per gli annunci pubblicitari.
Per maggiori informazioni, visita
lezionimela.it/privacy.