iPhone X Clone: costa 120€ e si basa su Android | Lezioni(di)Mela Blog

Lezioni(di)Mela

La tua Scuola di Mac e iPhone via Internet

iPhone X Clone: costa 120€ e si basa su Android

iphone-x-clone

Sembra un iPhone X, ne imita colori e design, ma in realtà è un clone da neppure 120 Euro. Si chiama Leagoo S9 e viene dalla Cina.

È il primo "smartphone Android con l'incavo nel display" si legge nei comunicati stampa; ed è di certo anche il primo a sfidare l'ira dei legali di Cupertino. Forma, dimensioni e addirittura sfondi sono incredibilmente simili ad iPhone X, ma ad una frazione del costo. È questo il Leagoo S9, il nuovo super-clone dall'Oriente presentato in questi giorni al Mobile World Congress di Barcellona, al prezzo di 150 dollari.

Le specifiche parlano di un display cosiddetto "HD+" da 5,85 pollici, 4GB di RAM, batteria da 3.300 mAh e 32GB di spazio interno espandibile via microSD; a cui si aggiunge Face Access, l'omologo di Face ID; che pare tra l'altro che sia pure parecchio veloce, al di sotto di 0,1 secondi per una scansione completa del viso.

A queste caratteristiche, occorre aggiungere il sensore di impronte posto sulla scocca posteriore, e un'interfaccia modificata per dispositivi privi di pulsante Home. Ma l'aspetto sorprendente, se chiedete a noi, è un altro e riguarda il tentativo di emulazione.



L'incavo nel design di iPhone X (chiamato anche Notch o "dente") piace o non piace, ma non lascia mai indifferenti; è la cifra dello stile di Cupertino, in un certo senso. Una fetta di utenza lo trova orrendo e contrario i canoni funzionali della mela; altri affermano che dopo un po' non ci si fa più caso. Ma nessuno -a memoria nostra- fino ad oggi l'aveva mai presentato come un ornamento estetico, o anche solo una caratteristica desiderabile.

Evidentemente ci sbagliavamo. Se l'imitazione è la forma più sincera di adulazione, allora Apple ha di che bearsi: il tanto criticato incavo finirà infatti anche su molti altri telefoni concorrenti. Google, per dirne una, sta già pensando di introdurre un dentello simile nel supporto software di Android P, la prossima versione del sistema operativo mobile di Mountain View.

Da qui arriviamo all'assurdo: in pratica, nel mondo Android stanno volutamente copiando una pecca del design. Pecca che se da una parte non è il massimo a livello estetico, dall'altra dona carattere e incisività al design di iPhone X, come un neo impreziosisce e rende più caratteristico un bel volto. E allora, vai di fotocopiatrice, tanto per cambiare.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per gli annunci pubblicitari.
Per maggiori informazioni, visita
lezionimela.it/privacy.