Memoria esterna iPad: gestire hard disk e penne USB con iPadOS | Lezioni(di)Mela Blog

Lezioni(di)Mela

La tua Scuola di Mac e iPhone via Internet

Memoria esterna iPad: gestire hard disk e penne USB con iPadOS

memoria-esterna-ipad

Grazie ad iPadOS è finalmente possibile collegare memorie esterne, drive USB, schede SD e hard disk ad iPad e accedere ai dati in essi contenuti. In pratica, il tablet somiglia sempre più al computer fisso, ma ci sono limiti e feature che è bene conoscere prima di procedere.

Connettere memorie esterne ad iPad è da sempre uno dei sogni degli utenti Apple, perché consente di espandere la memoria e soprattutto condividere al volo grosse quantità di dati con colleghi e amici. E da oggi, con iPadOS (derivato da iOS 13) è finalmente un sogno diventato realtà. Ovviamente, questa guida si applica ai dispositivi aggiornati ad iPad OS 13: la versione definitiva sarà resa disponibile verso settembre.

Compatibilità


ios-13

A prescindere dal modello di iPad che possedete, se potete aggiornarlo ad iPad OS 13, la guida si applica anche a voi. Questi sono i modelli ufficialmente compatibili:

  • iPad Pro 12.9"
  • iPad Pro 11"
  • iPad Pro 10.5"
  • iPad Pro 9.7"
  • iPad 6ª generazione
  • iPad 5ª generazione
  • iPad mini 5ª generazione
  • iPad mini 4
  • iPad Air 3ª generazione
  • iPad Air 2

Ovviamente, a seconda che del modello di iPad, in alcuni casi disporrete di una porta Lightning, in altri di una USB-C; entrambe, con gli opportuni adattatori, possono accedere a memorie esterne. Ecco qualche accessorio che può fare al caso vostro:


Come Connettere Memorie Esterne ad iPad



Una volta acquistato l'adattatore giusto, è sufficiente connettere la periferica all'iPad via cavo, e siete a posto. Con alcuni modelli di iPad, in particolare i più vecchi e in presenza di hard disk da 2.5", è possibile che il sistema non riesca ad erogare sufficiente energia per alimentare il dispositivo, restituendo un errore. In questo caso, dovrete utilizzare un hub USB alimentato; se ne trovano di ottimi a meno di 18€ incluse spedizioni in 24 ore.

A questo punto, siete pronti per aprire l'app File su iPad. Nella colonna di sinistra, chiamata Posizioni, troverete i vostri drive esterni con tutti i loro file che potrete spostare, copiare, importare, caricare su iCloud o rinominare. Potrete riprodurre foto, video, musica e aprire sostanzialmente qualunque documento supportato dalle app installate. Si può gestire perfino i documenti sul Kindle, da un altro iPad oppure dalla memoria della fotocamera, esattamente come se foste su Mac.

Devo Espellere il Disco?



Non siamo negli anni '90. Basta attendere che le operazioni di copia/apertura siano terminate, dopodiché potete tranquillamente staccare a caldo la periferica.

FileSystem Supportati



iPadOS supporta grossomodo i medesimi formati di File System del Mac. Eccoli nel dettaglio:

  • macOS Extended journaled: SI (lettura e scrittura)
  • FAT32: SI (lettura e scrittura)
  • XFAT (Linux & Windows): SI (lettura e scrittura)
  • NTFS (Windows): NO
  • APFS: NO

Se un disco contiene partizioni di diverso tipo, saranno montate solo quelle compatibili.

Limiti



Ora che arriva il supporto ai file su memoria esterna, questo non implica che possiate gestire la memoria di iPad come fosse un computer; per esempio, non potete importare brani sciolti nella libreria musicale; stessa storia per film e serie tv. Ma è un non-problema: basta copiare i brani in un'app che lo permetta. Ecco qualche esempio al volo di utility gratuite:


E ricordate che se non potete o non volete usare fili e connettori, potete sempre risolvere alla vecchia maniera: senza fili, con tutta la comodità di AirDrop.

icloud-uploadLeggi anche:
Trasferire foto da iPhone a Mac: guida facile
Mettere foto su iPhone, via cavo o senza fili

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per gli annunci pubblicitari.
Per maggiori informazioni, visita
lezionimela.it/privacy.