Allungare la vita alla batteria di iPhone e Mac | Lezioni(di)Mela Blog

Lezioni(di)Mela

La tua Scuola di Mac e iPhone via Internet

Allungare la vita alla batteria di iPhone e Mac

non-rovinare-batteria-iphone

La tecnologia agli ioni di litio presente in tutti gli smartphone, nei tablet e nei computer portatili ha dei limiti che è bene conoscere, così da allungare la vita alla batteria il più possibile. Ecco qualche consiglo pratico, e già che siamo, sfatiamo pure dei falsi miti.

Ogni batteria di qualunque dispositivo esistente al giorno d'oggi nasce con determinato numero di cicli di ricarica, superato il quale occorre provvedere alla sostituzione. Il fatto è che ogni ciclo comporta una perdita impercettibile nella capacità di trattenere elettroni; e dopo qulche anno, arriva il momento di dover cambiare batteria. Si tratta di un decadimento ineludibile, che però potete rallentare con una serie di piccole accortezze.

Un ciclo si misura con la percentuale di batteria che avete utilizzato nel corso del tempo. Se, per esempio, usate un 50% di carica, poi ricaricate, quindi utilizzate un altro 30%, poi ricaricate, e infine adoperate un'ulteriore 20%, avrete raggiunto un ciclo di ricarica, pari al 100%. Poi si ricomincia col secondo.

ciclo-carica-batteria

In generale, non preoccupatevi troppo di questa cosa. Calcolate infatti che ogni iPhone sostiene tranquillamente 500 cicli di carica e scarica completi prima di registrare cali prestazionali tangibili; iPad e MacBook, invece, arrivano a 1.000 cicli prima di perdere il 20% di capacità. Se si verificano perdite maggiori in lassi di tempo più brevi, vuol dire che la batteria è difettosa, e di solito Apple la sostituisce gratuitamente.

Luoghi Comuni


ricaricare-iphone

  1. Scaricare completamente la batteria: Molti affermano che di tanto in tanto occorra scaricare completamente la batteria, prima di procedere con una nuova ricarica. Non è vero. Caricate appena potete, tenete collegato alla rete elettrica se necessario, e semplicemente utilizzate la batteria quando vi serve. Una volta Apple consigliava di fare un ciclo completo di carica e scarica al mese, ma oggi non serve più. Anzi, è addirittura deleterio, visto che il cosiddetto "effetto memoria" non esiste più.
  2. Tenere iPhone sempre collegato alla corrente lo danneggia: Non è vero. I moderni circuiti di alimentazione sono in grado di scollegare da sé la corrente quando la batteria è carica, e di riattivare la carica quando scende al di sotto di una determinata soglia. Tenere un iPhone o un Mac collegato alla rete elettrica per molti giorni di seguito non inficia in nessun modo la salute del dispositivo/computer.
  3. Un ciclo di scarica-ricarica "resetta" la batteria: Falso. Oramai i controller dell'elettronica sono molto più sofisticati di un tempo, così come le batterie stesse. In realtà, e parliamo per esperienza, quando una batteria inizia a dare i numeri, va cambiata punto e basta. Non c'è procedura che possa contrastare questo processo.

Consigli Pratici


batteria-mac

  1. Troppo freddo o troppo caldo danneggiano la batteria: Assolutamente vero. Le batterie temono le temperature estreme, e sono fatte per dare il meglio di sé in ambienti tra 16°C e i 22 °C. Evitate per quanto possibile temperature superiori ai 35 °C, e evitate assolutamente di ricaricare con un simile caldo: si rischiano danni permanenti. Quando fa molto freddo (meno di 10°C per i Mac e meno di 0°C per iPhone e iPad), invece, la batteria potrebbe erogare meno carica, oppure caricarsi più lentamente: si tratta di un fenomeno normale e temporaneo. Non appena si torna a temperatura ambiente, la batteria riguadagnerà la normale operatività, senza registrare danni.
  2. Se non viene usata per lungo tempo, conviene scaricare a metà la batteria: Assolutamente vero. Prima di partire per le vacanze, utilizzate la batteria del Mac per circa la metà della sua carica. Poi, spegnete tutto (non standby) affinché la carica residua non venga erosa. Al ritorno, troverete la batteria più scarica di come l'avete lasciata: è normale e questo non deve preoccuparvi. Effettuate una ricarica completa, e siete a posto. Se il dispositivo/computer non verrà utilizzato per più di 6 mesi, ricordatevi di effettuare una ricarica al 50% ogni 6 mesi (non una ricarica completa, in questo caso).

Verificare i Cicli della Batteria



verificare-cicli-carica-batteria

Esiste un modo alla portata di tutti per verificare lo stato di salute della batteria. Il metodo più semplice consiste nello scaricare Coconut Battery, connettere il cavo USB e collegare iPhone e iPad al Mac. Si tratta dii un'utility gratuita e molto ben fatta che fornisce le seguenti informazioni:

  • Modello del dispositivo/computer
  • Data di produzione
  • Informazioni sul produttore della batteria, sui cicli di carica, sulla vecchiaia della batteria (espressa in giorni)
  • Current Charge indica l'attuale stato della carica
  • Full Charge Capacity indica a quanto potreste arrivare di capacità se collegaste il caricabatterie fino al 100% di carica
  • Design Capacity invece segnala qual era la capacità originale della batteria al momento dell'acquisto

Dunque, Design Capacity meno Full Charge Capacity è uguale al deterioramento della vostra batteria. Nel caso specifico del MacBook Pro con cui è stato scritto questo post, parliamo di 4.315 mAh meno 3.900 mAh. Una perdita che si traduce ragionevolmente in una mezz'oretta di autonomia in meno rispetto a quando è stato acquistato due anni e mezzo fa.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per gli annunci pubblicitari.
Per maggiori informazioni, visita
lezionimela.it/privacy.