Quale browser scegliere per Mac? Guida definitiva | Lezioni(di)Mela Blog

Lezioni(di)Mela

La tua Scuola di Mac e iPhone via Internet

Quale browser scegliere per Mac? Guida definitiva

quale-browser-scegliere-per-mac

I browser in circolazione sono molti. Alcuni offrono più sicurezza, altri maggiore flessibilità; altri ancora più privacy o velocità. E allora quale browser scegliere per Mac? Ecco come districarsi e scegliere il più adatto a voi.

Il browser è l'applicazione che serve per navigare su Internet. Ne esistono molti, alcuni dei quali davvero noti come Safari (creato da Apple), Explorer (creato da Microsoft e non più sviluppato per Mac), Firefox (creato da Mozilla, e basto su software Open Source) e Chrome (curato da Google, cugino alla lontana di Safari). Ne esistono anche altri minori, per esempio Opera, e usati per scopi più specifici o come backup. Ecco qualche consiglio sulla scelta; in fondo trovate invece i link per i download.

Velocità



In generale, tutti i browser più recenti sono anche molto veloci. Una classifica definitiva è impossibile, poiché ad ogni aggiornamento un browser balza momentaneamente davanti all'altro per prestazioni, fino a quando la situazione non si ribalta all'update successivo. Inoltre, non esiste un unico benchmark: a seconda del tipo di test che eseguite, un browser potrebbe comportarsi meglio dell'altro. Quel che conta alla fin fine, però, è l'esperienza d'uso reale, quindi non concentratevi troppo sui decimali.

In generale, Safari si contende il primato di browser più veloce assieme a Google Chrome. È un testa a testa che va avanti da anni, e se la rapidità di rendering delle pagine Web è la vostra priorità, l'uno o l'altro vi faranno contenti. Firefox, dal canto suo, è sempre stato un po' il più pesante e lento della combriccola.

firefox_icona_macLeggi anche: Privacy su Facebook, impostare Firefox per non essere tracciati

Privacy & Sicurezza



Tutti i moderni browser offrono molto dal punto di vista della privacy e della sicurezza. Tuttavia, mentre alcuni -per esempio Firefox- possono essere irrobustiti con add-on aggiuntivi che blindano la navigazione, altri nascono per per scopi differenti. Google vive della pubblicità e della conoscenza dei suoi utenti sulla Rete: dunque Chrome, dal punto di vista della privacy, forse convince un po' meno. Meglio puntare su Safari o Firefox

Chi cercasse qualcosa di ancora più robusto può scaricare Tor Bundle, una speciale versione di Firefox che consente di accedere ai siti normali e alle pagine Onion su Tor, vale a dire il famigerato Deep Web. Occhio, però, perché non è un sistema operativo sicuro: è solo un browser che gestisce meglio alcuni aspetti della privacy, e solo se si resta all'interno di un rigido protocollo di comportamenti. Scaricare allegati, avviare chat o riprodurre filmati, per esempio, compromette istantaneamente la copertura.

Espandibilità



Tutti i moderni browser supportano le estensioni. Chrome è quello che ne ha più di tutti, seguito da Firefox, Safari e Opera. Le estensioni o add-on sono dei piccoli componenti che permettono di aggiungere funzionalità a quelle native del browser. Cose come il blocco pubblicità, la condivisione automatica sui canali social o la traduzione in altre lingue. Chrome e Firefox, da questo punto di vista, risultano imbattibili.

Inoltre, menzione d'onore per Chrome che possiede al suo interno tutti i principali plugin come Adobe Flash e altri; ciò significa che i gioghi su Facebook come Farmville funzioneranno subito e b.

safari-icona-piccolaApprofondisci: Navigazione Anonima Safari, Impedire il tracciamento personale

Conclusioni



Quale browser scegliere su Mac, dunque? La risposta è semplice: tutti quelli che vi servono. Per giocare ai giochi online, meglio Chrome che è veloce e dotato già dei plugin necessari; per la navigazione quotidiana, meglio Safari per via dell'integrazione col Mac, iPhone e iCloud. Una password salvata su Safari su Mac sarà anche disponibile in automatico su iPhone e iPad, hai detto niente. Firefox può andar bene come browser di backup, se un sito non si comporta bene su Safari, e può diventare scelta obbligata se è l'unico con l'estensione che vi serve.

Considerate che è stato dimostrato come, in qualche caso, i prezzi dei voli aerei, degli hotel o di alcuni prodotti online subiscano variazioni in base al tipo di browser che si usa, e al Sistema Operativo. In particolare, si sono registrati aumenti per gli utenti Apple (e prezzi inferiori per quelli Android): dunque eccovi serviti. Per cercare il prossimo volo aereo, potrebbe essere un'idea utilizzare un buon sistema di anonimizzazione come Tor Bundle, oppure la navigazione privata di Opera.

Link per il Download




Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per gli annunci pubblicitari.
Per maggiori informazioni, visita
lezionimela.it/privacy.