Quando Apple sostituisce iPhone: qualche consiglio | Lezioni(di)Mela Blog

Lezioni(di)Mela

La tua Scuola di Mac e iPhone via Internet

Quando Apple sostituisce iPhone: qualche consiglio

Sostituzione iPhone in Apple Store

C'è una serie di casi in cui Apple sostituisce gratis gli iPhone difettosi con omologhi nuovi, e in qualche caso perfino un modello superiore. Ma ci sono limitazioni, e soprattutto non è tutto oro quel che luccica. Ecco come stanno le cose in realtà.

C'è stato un tempo -fino ad iPhone 4, grossomodo- in cui Apple spesso offriva un iPhone sostitutivo a titolo gratuito, anche in presenza di danni accidentali, come ad esempio uno schermo crinato a causa di una caduta. Poi, le cose sono cambiate, e ora le politiche di sostituzione sono molto più stringenti.

La mela infatti ha iniziato a trattare coi guanti di velluti quanti sottoscrivono un contratto AppleCare+, un'estensione della garanzia da 149€ (169€ per i Plus e 229€ per iPhone X) che include fino a due anni di assistenza telefonica e copertura hardware aggiuntiva; in più, dà diritto anche a due interventi per danni accidentali, ciascuno dei quali però a un costo addizionale di 29€ per i danni al display o 99€ per tutto il resto. Una bella mazzata, che configura 3 possibili scenari.

  • 1. Utente con AppleCare+: Se entro 60 giorni dall'acquisto di iPhone avete anche sottoscritto un'estensione AppleCare+, allora siete in una botte di ferro. Apple non può negarvi la riparazione/sostituzione del telefono. La riparazione, in questi casi, avviene solo per il display se l'Apple Store dispone dei macchinari necessari per l'intervento; in alternativa, il telefono viene spedito e lavorato altrove, di solito in Olanda. Riparazioni complesse come la sostituzione della scheda logica o della componente radio non vengono mai eseguite: di default, Apple sostituisce il telefono con un rigenerato.
  • 2. Utente senza AppleCare+: In questo caso Apple sarà molto meno clemente. Vi consigliamo di essere cauti, e soprattutto di esercitare gentilezza nei confronti del Genius che avete davanti. Spesso, un sorriso sornione fa miracoli. Considerate infatti che Apple non è tenuta a sostituirvi il telefono, se non rientra nella sua policy, se il telefono è fuori garanzia o se si approssima allo stato di obsolescenza (cioè diventa vecchio). Laddove possibile, la sostituzione con un rigenerato vi costringerà ad un esborso di parecchie centinaia di Euro, a seconda del modello da sostituire.
  • 3. Estensioni Speciali della Garanzia: In qualche caso, Apple può predisporre estensioni speciali della garanzia, come quella che permette di sostituire la batteria di tutti gli iPhone per 29€. Quando la riparazione è totalmente gratuita, invece, occorre sempre verificare prima che il proprio telefono rientri in quelli coinvolti nell'iniziativa (basta controllare il seriale).

Upgrade Gratuito al Modello Successivo?


In qualche caso è noto che lo Store abbia sostituito un iPhone danneggiato con un modello superiore. Ciò tuttavia dipende da una serie di circostanze che non è possibile prevedere; in altre parole, non ci sperate neppure: la possibilità di restituire un iPhone 6 e ricevere un iPhone 7 sono remotissime. Dipende per lo più dalla disponibilità nei magazzini dei modelli che servono alla sostituzione in garanzia; a volte, manca la combinazione di taglio e colore necessaria per la sostituzione, e l'Apple Store -in via del tutto eccezionale e su su propria discrezione- può procedere ad un upgrade gratuito per non far attendere troppo il cliente. Ma si tratta di botte di fortuna molto rare.

  • Nuovo o Rigenerato?

iphone7-schermo-danneggiato

Qualunque sia la vostra posizione, tenete sempre bene a mente una cosa: il telefono sostitutivo che ricevete in Apple Store è sempre un rigenerato. Si tratta di un dispositivo di seconda mano oppure nuovo ma difettoso, riparato e riportato ad uno stato estetico/operativo pari al nuovo; tant'è che ha la stessa garanzia dell'originale. E questa è la ragione per cui non viene mai dato con una scatola.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per gli annunci pubblicitari.
Per maggiori informazioni, visita
lezionimela.it/privacy.